From San Francisco to London:...   From Philadelphia to...

Di Italia a Panama: Vado a Panama

07 January, 2013 11:12  Erin Erin

Vado a Panama coupleQuante di quelle volte avete sentito dire da qualcuno “lascio il lavoro, mollo tutto e cambio vita”

Beh! semplicemente noi siamo due di quelli che, oltre a dirlo, lo hanno anche fatto. Non solo, lo continuiamo a fare!

Io Sono Flavio e lei, mia moglie,  Pilar.

1. Perché ti sei trasferito all'estero?
La nostra è stata una scelta diciamo anomala.  Nel 90 decidemmo di tagliare I ponti e andarcene a vivere in giro per il mondo in barca a vela.  Come tutte le belle favole hanno un inizio e una fine, così dopo dieci anni di girovagare per Caraibi e America Latina a bordo della nostra barca la cassa di bordo iniziò a piangere; eravamo a Panama e qui inizia la nostra nuova vita di imprenditori (piccolini) con un ristorante a Bocas Del Toro. Da lì poi viene tutto il resto.

2. Come ti guadagni da vivere?
Principalmente, adesso facciamo gli albergatori ma a dire il vero in questi anni I migliori guadagni sono stati avviando e rivendendo l’attività. Questa che stiamo iniziando a costruire è la nostra quarta.

3. Quanto spesso e come comunichi con la tua famiglia?
Penso che questa domanda sia un poco datata ma devo anche dire che vivendo all’estero, in comparazione, l’italiano è un poco addietro con la tecnologia. Skype, messenger, internet, telefoni IP; oggi la comunicazione è la parte più facile ed economica della vita all’estero. Qui a Panama per 5 $ al mese puoi avere un numero (alias) Italiano che ti squilla qui a Panama e per chi ti chiama dall’Italia è una locale.

4. Cosa ti piace di più della tua vita da espatriato?
Aver lasciato una vita da impiegato, schiavo dei poteri di manager e impresari e banche. Poter alzarmi la mattina e decidere quello che voglio fare. (entro certi limiti ovviamente)

5. Cosa ti piace di meno della tua vita da espatriato?
Che gli amici e conoscenti a volte non ti capiscono, che preferiscono far finta di nulla pur di non riconoscere che può esistere un altro mondo “out of the box”

6. Che cosa ti manca di più?
Qualche prodotto alimentare e la cultura Italiana, anche se ultimamente anche questa si va immolando in nome della “crisi” e “recessione”

7. Che cosa hai fatto per incontrare nuova gente e integrarti nel nuovo paese?
Semplicemente essere me stesso, accettare la cultura differente e sempre prendere I lati positivi di ciò che ti circonda.

8. Quali usi e costumi del paese in cui vivi ti sembrano più strani?
Bisognerebbe dare una definizione alla parola strana! Per me non esiste niente di strano se non differente.  Comunque Panama non è un paese troppo differente al nostro in abitudini. Voglio dire qui non mangiano cavallette né si lavano con il fango quindi di “strano” non c’è molto.

9. Qual è un mito da sfatare del paese in cui vivi?

Che si può vivere a Panama con poche centinaia di Euro al mese. A seconda del grado di accettazione del consumismo qui si potrebbe spendere anche di più che in Italia.

10. Che consigli daresti agli altri espatriati?
Io direi meglio consigli agli aspiranti espatriati!
Girare in barca a vela come noi abbiamo fatto e vivendo in decine di paesi del mondo, si apprende che bisogna cancellare la paura dell’ignoto. In tutto il mondo si lavora, si mangia, si beve e si dorme, Se alcune di queste funzioni a volte si svolgono in maniera differente alla fine tutto si apprende tutto si risolve, è solo un grande gioco.

11. Quando e perché hai cominciato a tenere il blog?
Nel 2010 dopo aver venduto l’ultimo hotel ci siamo presi un periodo sabbatico per capire “cosa fare da grandi” e allora, avendo molto tempo libero, sono esordito nel mondo del blog prima con sognandolestero.com e poi con Vadoapanama.com. Adesso che stiamo di nuovo iniziando un nuovo progetto; Casa Tao Ho anche creato un nuovo blog per far conoscere Playa Las Lajas, una delle più belle spiagge di Panama.

12.  Che vantaggi ti ha portato il blog?Vado a Panama pool
Mi ha fatto conoscere persone nuove e realtà che non credevo esistessero in Italia. Ne approfitto per spiegare una cosa. Io e mia moglie arrivammo a Panama e ci restammo, spinti dalla nostra voglia di scoperta, esplorazione e fame di conoscenza al di fuori dei propri confine, materiali e spirituali. Purtroppo, e a volte mi fa tristezza, la maggior parte dei seguitori del mio blog sono persone che in Italia affermano di non poter più vivere, di non andare avanti con lo stipendio o la pensione o, addirittura di non avere nessuna possibilità futura di lavoro e guadagno per mantenersi e per questo vogliono trasferirsi all’estero. Questo è la demarcazione tra due classi di espatriati, per voglia e per necessità.

Blog LinkFlavio & Pilar's blog, Vado a Panama

 

Maggiori informazioni su expat che vivono in Panama

Guide to Panama

 

To be considered for an interview (as well as other articles), add your blog to BlogExpat!

   



         
         EasyExpat on